La Befana

La Befana dei Vigili Del Fuoco di L’Aquila

14^ Edizione della Befana dei Vigili Del Fuoco di L’Aquila.

Bambini non mancate! La Befana vi aspetta con tanti regali!

Ed in più cioccolata calda per i piccoli e vin brûlé per i più grandi!

Appuntamento il 6 gennaio 2020, dalle ore 16:30 in poi, in Piazza Duomo.

La Befana 115 dei Vigili Del Fuoco di L’Aquila

Spettacolare come ogni anno, arriva la Befana 115, a chiudere le festività Natalizie. Come sempre, nella maestosa e scenografica Piazza Duomo a L’Aquila, la giornata dedicata alla vecchina più amata di sempre vedrà grandi e piccini, attenderla dal tardo pomeriggio.

Tante le persone, dunque, che aspetteranno l’ascesa della Befana davanti la chiesa delle Anime Sante, per ricevere i regali.

Questo simpatico ed attessissimo evento, chiuderà le festività 2019/2020.

L’appuntamento, diventato un cliché per gli aquilani ed anche per tutti i suoi visitatori vedrà apparire la figura folcloristica all’imbrunire.

L’interprete della performance ogni anno porta con sè dei doni; ma regala anche cioccolata calda ai bambini e del vin brûlé per gli aduti.

La bellissima Piazza Duomo, gremita di gente, è illuminata a festa; e come sempre si anima quasi misticamente grazie alle luci e all’atmosfera singolare che l’avvolge.

La tradizione, del luogo vuole dunque vedere la Befana 115 – dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco – scendere dall’alto.

Non mancate, dunque: tutti con lo sguardo in su ad attendere l’Epifania che tutte le feste porta via.

L’associazione Nazionale dei Vigli del Fuoco, vi aspetta il 6 gennaio 2020 in Piazza Duomo, dalle 16:30 in poi!

Per gli amanti della montagna e dello sci, ricordiamo l’apertura degli impianti a Roccaraso.

Commenta:

Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio

Stefania, nasce nel lontano 1978. Da sempre è una persona poliedrica, che nella sua vita si è occupata di diverse cose. E’ riuscita a coltivare più hobby contemporaneamente. Uno di questi, ad esempio è la passione per i fumetti che, tra l’altro, l'hanno introdotta al mondo dell'arte e della pittura, lasciandole privilegiare il settore umanistico. Tra questi, spicca la passione per la scrittura e per la poesia, iniziata già in tenera età, tra racconti vari e piccole citazioni che accumulava su pagine e pagine di quaderni, anche quando era poco più che bambina. Dinamica come una valchiria, ha da sempre capacità da Leadership, per la sua intraprendenza e la formazione lavorativa che già in passato l’ha vista amministratore di un’azienda. Quindi, oltre a essere eclettica ha da sempre reso duplice la sua personalità che è caratterizzata da una sensibilità innata, tipica degli artisti e, “diciamo” degli scrittori; ma al tempo stesso, di quel lucido raziocinio che, se vogliamo, converte anche in quel cinismo che caratterizza le persone calcolatrici. Da sempre è appassionata di lettura e di letteratura, che fanno emergere in lei l’interesse più profondo verso piccoli racconti, a volte macabri o dell'orrore, svelando una vena giallista che sfocia in un’ironia quasi contemplativa. Altre volte, con tematiche più attuali, o più intimistiche che hanno fatto subire a questi suoi interessi, un'evoluzione che l'hanno portata a scrivere, attualmente, anche di tecnologia, scienza, medicina e, nello specifico anche di cucina (essendo appassionata). Il connubio fra l’esperienza e, un congenito fattore pragmatico, sono l’essenza stessa della sua realtà, un’apoteosi incontrovertibile. Per la biografia si ringrazia M.M.