Istituto Alberghiero De Cecco

Istituto Alberghiero De Cecco: Inaugurazione Nuova Hall

PESCARA -10 Gennaio. Si svolgerà domani, sabato 11 gennaio, alle ore 11, l’Inaugurazione della nuova Hall e del Laboratorio di Formazione e Accoglienza Turistica dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara, nella sede centrale di via dei Sabini.

Istituto Alberghiero De Cecco: le parole di Alessandra Di Pietro

“Quella che domani andremo a inaugurare, in concomitanza, peraltro, con il nostro secondo Open Day”. Ha anticipato la dirigente dell’Istituto Alberghiero Alessandra Di Pietro. ” E’una struttura profondamente innovativa realizzata grazie ai fondi stanziati dalla Regione Abruzzo; Piano di Azione 2016-2017 FSC, e rappresenta l’ulteriore sviluppo della nostra scuola che, dopo aver potenziato l’indirizzo dell’Enogastronomia grazie ai Laboratori dell’Officina del Gusto, adesso sta implementando l’indirizzo del Turismo e dell’Accoglienza. In sostanza abbiamo completamente rivoluzionato l’ingresso della scuola che è stato trasformato in una Hall d’Albergo con la reception alla quale ci saranno sempre studenti per lavorare, ossia accogliere, supportare e indirizzare i nostri visitatori. E l’occasione, domani, sarà utile anche per inaugurare le nuove attrezzature tecnologiche del Laboratorio di Formazione Turistica e, infine, la Hall della stessa Officina del Gusto”.

Inaugurazione Hall-Laboratorio Formazione Turistica: partecipazioni

L’evento domani, sabato 11 gennaio, prenderà il via alle ore 11 con il classico taglio del nastro; al quale prenderanno parte, oltre alla dirigente Di Pietro, anche l’assessore regionale alla Pubblica istruzione Piero Fioretti.

Presenti anche il sindaco di Pescara Carlo Masci, con il vicesindaco Gianni Santilli; e l’assessore alle Politiche sociali Adelchi Sulpizio. Poi il Presidente e il vicepresidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri e Domenico Pettinari; il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Zaffiri.

Ed ancoral’Ufficio Scolastico regionale e provinciale con Antonello Passacantando e Maristella Fortunato; la Fondazione PescarAbruzzo con Nicoletta Di Gregorio. E poi tutte le Associazioni che nel corso dell’anno collaborano con l’Istituto Alberghiero; tra cui l’Unione Regionale Cuochi con Lorenzo Pace, la Fidapa, il Fai con Rosaria Morra, la Lilt con il Presidente Marco Lombardo.

DiversUguali con il Presidente Gianna Camplone e il Lions Host Pescara con il Presidente Enrico Bruni. Quindi ci sarà la benedizione dei nuovi spazi da parte di Don Francesco Santuccione, abate generale di Pescara, e i saluti istituzionali nell’Officina del Gusto. Contestualmente la scuola ospiterà l’Open Day; con l’apertura alle famiglie in vista della scelta del proprio indirizzo di studio da parte degli studenti delle scuole medie.

Articolo Consigliato: World Choral Day.

Commenta:

Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio

Stefania, nasce nel lontano 1978. Da sempre è una persona poliedrica, che nella sua vita si è occupata di diverse cose. E’ riuscita a coltivare più hobby contemporaneamente. Uno di questi, ad esempio è la passione per i fumetti che, tra l’altro, l'hanno introdotta al mondo dell'arte e della pittura, lasciandole privilegiare il settore umanistico. Tra questi, spicca la passione per la scrittura e per la poesia, iniziata già in tenera età, tra racconti vari e piccole citazioni che accumulava su pagine e pagine di quaderni, anche quando era poco più che bambina. Dinamica come una valchiria, ha da sempre capacità da Leadership, per la sua intraprendenza e la formazione lavorativa che già in passato l’ha vista amministratore di un’azienda. Quindi, oltre a essere eclettica ha da sempre reso duplice la sua personalità che è caratterizzata da una sensibilità innata, tipica degli artisti e, “diciamo” degli scrittori; ma al tempo stesso, di quel lucido raziocinio che, se vogliamo, converte anche in quel cinismo che caratterizza le persone calcolatrici. Da sempre è appassionata di lettura e di letteratura, che fanno emergere in lei l’interesse più profondo verso piccoli racconti, a volte macabri o dell'orrore, svelando una vena giallista che sfocia in un’ironia quasi contemplativa. Altre volte, con tematiche più attuali, o più intimistiche che hanno fatto subire a questi suoi interessi, un'evoluzione che l'hanno portata a scrivere, attualmente, anche di tecnologia, scienza, medicina e, nello specifico anche di cucina (essendo appassionata). Il connubio fra l’esperienza e, un congenito fattore pragmatico, sono l’essenza stessa della sua realtà, un’apoteosi incontrovertibile. Per la biografia si ringrazia M.M.