Fermenti d'Abruzzo

Fermenti d’Abruzzo: presentata ieri la terza edizione

Fermenti d’Abruzzo: presentata ieri la terza edizione del festival di Pescara sulle birre abruzzesi

Presentata ieri mattina alla stampa la III Edizione di Fermenti d’Abruzzo, festival delle birre artigianali abruzzesi.

Una quattro giorni dedicata al luppolo, nel porto turistico di Pescara.

Sia Ingresso che parcheggio sono gratuiti.

Fermenti d’Abruzzo da oggi al 2 settembre

8 workshop a tema tra cui un appuntamento curato dallo chef di Villa Chiara.

Avvicinamento, quindi,  alla degustazione e all’abbinamento della birra artigianale al cibo nonché la preparazione di cibi utilizzando la birra come materia prima.

Più di 60 i tipi di birra da bere, studiare e votare.

Fermenti d’Abruzzo è un’iniziativa spumeggiante pensata per accompagnare il pubblico alla scoperta, guidata, del mondo della birra artigianale abruzzese.

Oltre agli assaggi a terra – nel piazzale compreso tra l’arena e il padiglione Becci – sono in programma degustazioni in barca, 8 workshop gratuiti, un concorso con doppia giuria, musica live e un’area bimbi con apertura alle 19.

Senza dimenticare coltello e forchetta. Il menù prevede gnocchi alla bionda, mezze maniche al pomodoro di Francavilla, arrosticini, frittura di pesce al cartoccio, hamburger gourmet, il vegetariano, chips e l’aglio e olio di mezzanotte.

La prenotazione è obbligatoria, i corsi sono gratuiti, invece i giri in barca, comprensivi di degustazione, hanno un prezzo di 10 euro, da saldare in loco nella segreteria di Fermenti.

Questi gli orari delle uscite in mare previste per ogni serata del festival Fermenti d’Abruzzo: 19, 20.30 e 22.

I birrifici partecipanti provengono dalle quattro province abruzzesi.

Le dichiarazioni di Camillo Volpe e Luca Di Saverio ieri alla conferenza stampa Fermenti d’Abruzzo:

Camillo Volpe, membro del cda del Marina ha dichiarato: “Siamo all’ottava edizione di Estatica; Fermenti chiude una numerosa serie di manifestazioni  di carattere agroalimentare, culturali e di cinema: è  stato davvero un grande impegno da parte del Marina ringrazio quanti hanno collaborato per la buona riuscita delle diverse manifestazioni. Il Marina di Pescara costituisce il  frutto della collaborazione  delle due Camere di Commercio (Chieti – Pescara).Questo anno abbiamo avuto circa centomila presenze e puntiamo nel 2019 ad incrementare le  manifestazioni  con personaggi e  artisti di elevato spessore. I gestori dell’evento hanno una grande  esperienza in questo settore.

Luca Di Saverio, Unionbirrai: “Sono qui in rappresentanza di Unionbirrai:  è un’associazione di categoria che rappresenta i piccoli produttori di birra artigianale. Non mi occupo di produzione ma dell’aspetto culturale e divulgativo del prodotto. Ciò che facciamo è promuovere la birra artigianale creando prima di tutto dei consumatori consapevoli, che sono quindi in grado di riconoscere un buon prodotto. A tal fine preciso che c’è tutto un percorso didattico da fare con dei corsi a più livelli.

Unionbirrai è onorata di essere stata riconfermata  partner per l’evento e riteniamo che Pescara abbia una peculiare posizione strategica perché si trova sulla direttiva adriatica ed è  centrale rispetto a tutte le altre province e realtà. Quello che facciamo è realizzare dei workshop all’interno della manifestazione per perseguire i nostri obiettivi. Faremo dei laboratori di degustazione gratuiti dove protagonista sarà  il pubblico  assaggiatore. La manifestazione non è finalizzata al bere, bensì alla  conoscenza culturale. Il pubblico sarà avvicinato a tutto quello che è il processo di degustazione, valutando la birra sotto l’aspetto visivo, olfattivo e degustativo”.

Il programma di Fermenti d’Abruzzo:

L’intero calendario è disponibile sul sito www.fermentidabruzzo.it dove è anche possibile prenotare.

Questo il dettaglio dei workshop organizzati dall’Unionbirrai Abruzzo:

  1. Non solo orzo: cereali e grani antichi

giovedì 18h30

  1. Fate largo che passa il luppolo: aroma, amaro ed equilibrio

giovedì 20h

  1. 15 anni di Almond ’22. Evoluzione e crescita di un birrificio

venerdì 18h30

  1. Abbinare l’alta cucina alla birra artigianale – Gnocchi alla bionda

venerdì 20h con lo chef di Villa Chiara

  1. Belgio made in Abruzzo: birre belghe reinterpretate dai birrifici abruzzesi

sabato 18h30

  1. Strong Ale: pienezza e complessità, non la classica birretta

sabato 20h

  1. Le nuove frontiere delle wild beer – Dedicato ai lieviti

domenica 18h30 con Juri Ferri e Luca Fusè

  1. Spices Invaders: Birre alle spezie

domenica 20h

Si parte dunque oggi, giovedì, alle 18:00, con l’apertura degli stand e l’inaugurazione della terza edizione di Fermenti d’Abruzzo.

Fermenti d’Abruzzo: Il primo workshop c’è alle ore 18.30.

Alle 21.30 parte invece la musica dal vivo con l’Internazionale Vestina (musiche di Rino Gaetano, Ivan Graziani e hit degli anni ‘70 e ‘80). Venerdì è il giorno della Almond’22 che festeggia i suoi 15 anni (Evoluzione e crescita di un birrificio). Musica in serata con Dj Snaporaz. E prima, alle 20, Adriano Terenzi, chef del ristorante Villa Chiara, terrà una degustazione guidata e una lezione sullo Gnocco alla bionda. La parte musicale di sabato e domenica invece, sarà animata da I Taglia ‘90 e dalla loro musica revival e dai Bisbetica Family (cantautorato e Rock’n’Roll).

Un occhio di riguardo al concorso “Fermenti beer contest – Scegli bevi vota”: per esprimere una preferenza basterà richiedere il tappino all’Info-Point del festival, scrivere il numero del birrificio scelto ed inserirlo nell’apposita urna. In programma anche la premiazione Regina dei Fermenti d’Abruzzo che vedrà una giuria tecnica composta da giornalisti esperti del settore: Jolanda Ferrara, Maurizio Di Fazio, Stanislao Liberatore.

Prodotto dal Marina di Pescara e Spray Records – in collaborazione con l’Unionbirrai, la CCIAA Chieti Pescara e Omerika – Fermenti è il risultato di un’analisi di mercato e di un’intuizione: valorizzare il fiorire dei birrifici in Abruzzo, dove, nell’ultimo quinquennio, si è registrato un incremento del 211% (Fonte Unioncamere) e si è passati da 9 a 28 birrifici, di cui 8 con sede a Pescara e provincia.

Le prime due edizioni di Fermenti d’Abruzzo (quella estiva e quella successiva invernale dello scorso anno), hanno avuto una media di 25.000 partecipanti, 400 bambini nell’area baby e circa 100 degustazioni in mare con mastro birraio a bordo.

In caso di maltempo il Fermenti d’Abruzzo si sposterà al chiuso all’interno del padiglione Becci.

Commenta:

Autore dell'articolo: Rocco Bigazzi