Quarto spettacolo

Quarto spettacolo della stagione teatrale di CreatiVita

Quarto spettacolo della stagione teatrale di CreatiVita:

Alla moda del varietà

In scena il 22 e 23 febbraio a San Salvo


San Salvo, 21 febbraio 2020 – Come dimenticare la verve di Petrolini, lo swing fresco del Trio Lescano; i tic di Walter Chiari o le macchiette di Nino Taranto? Sabato 22 e domenica 23 febbraio appuntamento con il quarto spettacolo della stagione teatrale di CreatiVita dal titolo “Alla moda del varietà”.

Quarto spettacolo CreatiVita: in scena Uno&Trio

Tre attori conducono dunque, un viaggio nel secolo scorso, nell’universo luccicante e spensierato del varietà. Dagli esordi che strizzavano l’occhio alla moda del Cafè Chantant, fino alle popolari trasmissioni televisive.

Tra una mossa della Sciantosa e una rima del Gagà, questo “carosello” del varietà è anche un tributo all’amore. Lungo una gamma che va dalla delicatezza di vecchie canzoni suonate e cantate dal vivo, all’irriverenza di sketch esilaranti. Gli attori poi, diventano di volta in volta abili trasformisti, versatili musicisti; duettisti ballerini e finedicitori in un “amarcord” eccentrico fatto di poesia e risate d’altri tempi.

Lo spettacolo è stato scritto e sarà interpretato da Antonella Carone, Loris Leoci e Tony Marzolla (Uno&Trio). L’appuntamento è al teatro del Centro Culturale “Aldo Moro” sabato 22 febbraio alle ore 21:00 e domenica 23 alle ore 18:00.

Biglietti disponibili in prevendita presso il botteghino CreatiVita in via Istonia 43 C a San Salvo e online su www.diyticket.it

Si ringrazia l’Ufficio Stampa CreatiVita.

Commenta:

Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio

Stefania, nasce nel lontano 1978. Da sempre è una persona poliedrica, che nella sua vita si è occupata di diverse cose. E’ riuscita a coltivare più hobby contemporaneamente. Uno di questi, ad esempio è la passione per i fumetti che, tra l’altro, l'hanno introdotta al mondo dell'arte e della pittura, lasciandole privilegiare il settore umanistico. Tra questi, spicca la passione per la scrittura e per la poesia, iniziata già in tenera età, tra racconti vari e piccole citazioni che accumulava su pagine e pagine di quaderni, anche quando era poco più che bambina. Dinamica come una valchiria, ha da sempre capacità da Leadership, per la sua intraprendenza e la formazione lavorativa che già in passato l’ha vista amministratore di un’azienda. Quindi, oltre a essere eclettica ha da sempre reso duplice la sua personalità che è caratterizzata da una sensibilità innata, tipica degli artisti e, “diciamo” degli scrittori; ma al tempo stesso, di quel lucido raziocinio che, se vogliamo, converte anche in quel cinismo che caratterizza le persone calcolatrici. Da sempre è appassionata di lettura e di letteratura, che fanno emergere in lei l’interesse più profondo verso piccoli racconti, a volte macabri o dell'orrore, svelando una vena giallista che sfocia in un’ironia quasi contemplativa. Altre volte, con tematiche più attuali, o più intimistiche che hanno fatto subire a questi suoi interessi, un'evoluzione che l'hanno portata a scrivere, attualmente, anche di tecnologia, scienza, medicina e, nello specifico anche di cucina (essendo appassionata). Il connubio fra l’esperienza e, un congenito fattore pragmatico, sono l’essenza stessa della sua realtà, un’apoteosi incontrovertibile. Per la biografia si ringrazia M.M.