Charlie Hunter & Lucy Woodward

Charlie Hunter & Lucy Woodward al Caffé Letterario

PESCARA – Giovedì 5 marzo la stagione del Kabala prosegue con il concerto di Charlie Hunter & Lucy Woodward, l’incontro musicale travolgente tra due personalità artistiche di assoluto livello internazionale. Appuntamento per la cena concerto alle 20 in via delle Caserme a Pescara, con la presenza di Charlie Hunter & Lucy Woodward

Un’esaltante esplosione di blues, soul e funk, Music! Music! Music! rappresenta il debutto discografico della collaborazione musicale tra il chitarrista Charlie Hunter e la cantante Lucy Woodward.

Il duo si è esibito per la prima volta insieme a gennaio 2018, quando Lucy Woodward – subito dopo la promozione del quarto album da solista, Til They Bang on the Door, pubblicato nel 2016 – si è unita a Charlie Hunter, per sostituire all’ultimo minuto la cantautrice messicana Silvana Estrada (la cui domanda di visto era stata negato dal Dipartimento della sicurezza nazionale degli Stati Uniti) in un tour già programmato.

Legati da una passione condivisa per il blues, Hunter e Woodward hanno rapidamente creato una scaletta di canzoni da suonare e le hanno portate in tour. In meno di una settimana di spettacoli insieme, hanno realizzato di avere un’intesa del tutto speciale.

Charlie Hunter & Lucy Woodward al Caffé Letterario

‘Music! Music! Music!’ è il disco che i due musicisti hanno registrato insieme a Derrek Phillips alla batteria, collaboratore di lunga data di Hunter. Undici cover di brani che vanno da Blind Willie Johnson e Bessie Smith a Nina Simone e Terence Trent D’Arby: riletture radicalmente rielaborate con un misto di sapienza e passione.

Per partecipare ai concerti Kabala è necessario essere soci. Il costo della tessera socio è di 10 euro ed offre una serie di convenzioni con enti ed esercizi commerciali.

Charlie Hunter è senz’altro il maggior interprete jazz e funky della chitarra a sette corde mentre Lucy Woodward, con la sua voce blues e la sue composizioni originali, ha dato vita ad una carriera solista ormai solida e sfaccettata, ha collaborato con Snarky Puppy e Pink Martini ed ha partecipato ai lavori di artisti del calibro di Rod Stewart, Celine Dion, Chaka Khan, Joe Cocker e Barbra Streisand. L’incontro musicale tra il chitarrista Charlie Hunter e la cantante Lucy Woodward è un’esaltante esplosione di blues, soul e funk.

Il duo si è esibito per la prima volta insieme a gennaio 2018, quando Lucy Woodward – subito dopo la promozione del quarto album da solista, Til They Bang on the Door, pubblicato nel 2016 – si è unita a Charlie Hunter, per sostituire all’ultimo minuto la cantautrice messicana Silvana Estrada (la cui domanda di visto era stata negato dal Dipartimento della sicurezza nazionale degli Stati Uniti) in un tour già programmato.

Un grande appuntamento

Legati da una passione profonda per il blues, Hunter e Woodward hanno rapidamente creato una scaletta di canzoni da suonare e le hanno portate in tour. In meno di una settimana di spettacoli insieme, hanno realizzato di avere un’intesa del tutto speciale.

Con una carriera che dura da 16 anni e quasi 20 album all’attivo, Charlie Hunter si rivela un compositore e un musicista innovativo. Ha lavorato con artisti del calibro di Norah Jones, Mos Def, John Mayer, D’Angelo e molti altri. È considerato un maestro della chitarra a sette e a otto corde. Continua a stupire il pubblico con la sua capacità di ottenere simultaneamente parti di basso profonde, suoni melodici e ritmi oscillanti.

Assolutamente da non perdere

Hunter ha già registrato per etichette prestigiose come, tra le altre, Blue Note, Concord, Ropeadope, e GroundUP. La sua recente avventura indipendente è guidata dalla sua motivazione a pubblicare musica che più lo ispira. I critici hanno esaltato la sua tecnica geniale, ma è la sua profonda sensibilità artistica che disegna la sua musica originale. Il caratteristico stile di Hunter sia nella scrittura che nell’esecuzione, lo rende uno dei grandi chitarristi della scena attuale.

Figlia di due musicisti classici, Lucy Woodward è nata a Londra e ha trascorso la sua infanzia a New York e in Olanda. La sua carriera musicale si è aperta nel 2003 con la pubblicazione di Dumb Girls, disco che le ha permesso di fare tournée internazionali e di guadagnare una significativa esposizione mediatica.

Con i suoi lavori successivi ha messo a frutto la sua miscela personale di blues, jazz e soul e, in seguito, ha avviato la sua collaborazione con Snarky Puppy e la loro canzone “Too hot to last”. Ha lavorato anche con Pink Martini per una serie di concerti. Tra cui l’esibizione al Montreal Jazz Festival e con la San Francisco Symphony Orchestra.

Dunque, di recente, ha eseguito il materiale composto da lei con la WDR Big Band. Grandissima. Le sue canzoni e la sua voce sono stati ascoltati in molti film, tra cui “What a Girl Wants”, “The Blind Side” e “Ice Princess”, dove si ascolta la sua interpretazione di “It’s Oh So Quiet” di Bjork.

Pertanto, oltre alla sua carriera solista, ha lavorato con artisti del calibro di Rod Stewart, Celine Dion, Chaka Khan, Joe Cocker e Barbra Streisand. Top. Decisamente.

Commenta:

Autore dell'articolo: Rocco Bigazzi