3 etti e mezzo di cocaina nel B&B, arrestati due incensurati albanesi

PESCARA – Due giovani di nazionalità albanese, dalla fedina penale immacolata, sono stati tratti in arresto dalla Polizia di Stato. L.A. di 33 anni, residente a Novara, e S.R. di 20 anni, residente a Montesilvano, sono stati fermati nella tarda serata di ieri dagli uomini della sezione antidroga della Squadra Mobile della Questura di Pescara.

I poliziotti si sono appostati nei pressi di un B&B di Montesilvano, dove L.A. si era stabilito da qualche giorno. Hanno così scoperto che i due albanesi nascondevano nel cortile esterno della struttura, ben occultati dietro alcune mattonelle poggiate alla base di una recinzione in muratura, circa 3 etti e mezzo di cocaina.

Gli agenti hanno osservato i movimenti dei due stranieri, uscendo allo scoperto quando, a seguito di una telefonata intercorsa tra i due, è stato chiaro come fosse imminente una consegna ad un acquirente, non identificato. I poliziotti, infatti bloccavano contestualmente, L.A., (che dopo aver mostrato il nascondiglio al complice, si era incamminato in direzione mare dove, verosimilmente, si sarebbe dovuto incontrare con un cliente) e S.R. che, dopo essere stato contattato da L.A., aveva prelevato dall’imbosco la droga e si accingeva alla consegna.

La successiva perquisizione della stanza di L.A. consentiva di rinvenire, occultato sotto un mattone, all’esterno della porta finestra dell’alloggio, un bilancino di precisione. Su disposizione del Sost. Procuratore della Repubblica, dr. Luca Sciarretta, i due arrestati sono stati associati presso la locale Casa Circondariale.

Commenta:
 

Autore dell'articolo: Redazione