Gran Galà della Pasticceria all’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’

PESCARA – Dai Finger Food a base di cioccolato e fragole alle classiche zeppole di San Giuseppe, da una distesa di torte glassate alle tradizionali ferratelle ripiene e ai biscotti speziati, per chiudere con gelati di rigorosa realizzazione artigianale. Non ha risparmiato dolcezze e prelibatezze il Gran Galà della Pasticceria organizzato dall’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara che ha visto protagonisti gli studenti del PON ‘Dolce_Mente’ e alcuni dei massimi Maestri Pasticceri abruzzesi come Fabrizio Camplone, Sandro Ferretti, Lino D’Arcangelo, Paolo Michetti, Gerry L’Abate, Marco D’Angelo, Giorgia D’Egidio, Ida Di Biagio, Elisabetta Daniele e Federico Cieri, oltre, ovviamente, a Federico Anzellotti, Presidente del Conpait – Confederazione Pasticcieri Italiani.

Un evento organizzato per presentare l’istituzione del Percorso di Istruzione e Formazione Tecnica superiore per il conseguimento della qualifica di ‘Tecnico Operatore Pasticcere’, promosso dall’Ipsseoa De Cecco in collaborazione con l’Ente formazione Mecenate, l’Università ‘d’Annunzio, la Conpait e la Quantas – Agenzia per il Lavoro.

A sottolineare il ruolo formativo del corso sono stati Rosario Sgroi, Direttore dell’Istituto Mecenate e il docente della ‘d’Annunzio’ Nicolantonio D’Orazio, docente dell’Università ‘d’Annunzio’: “Il nostro impegno – hanno detto – è stato quello di creare figure spendibili sul mercato alla fine di un percorso didattico-laboratoriale ricco e intenso”.

A chiudere è stato il Presidente del Conpait Federico Anzellotti: “Quando io e molti miei colleghi abbiamo iniziato, si prendeva l’auto e si andava a Brescia, unico centro di riferimento per specializzarci in pasticceria, e questo ci ha fatto comprendere che in realtà era la formazione a dover andare verso gli operatori per capire le esigenze del territorio, perché ciò che va gastronomicamente approfondito a Palermo sarà necessariamente diverso da ciò che serve a Trento.

Il primo corso di pasticceria venne inserito negli istituti Agrari, oggi finalmente quei corsi sono approdati negli Alberghieri. Ora però istituito il corso di formazione, vanno fatti i formatori. Alle aziende dico di accogliere i ragazzi che hanno finito il corso, chiedo loro di continuare a essere dei maestri, ricordando quanto siano importanti, nel nostro mestiere, i tirocini formativi”.

Subito dopo spazio al Gran Galà con l’esposizione di tutte le dolci produzioni artigianali realizzate dagli studenti del PON e dell’IFTS, coordinati dalla Lady Chef e docente responsabile del corso di pasticceria presso il ‘De Cecco’ Enza Liberati, con il supporto dei maestri pasticcieri d’Abruzzo. Presenti all’evento anche due studenti del corso IFTS, Samuele Longobardi e Pietro Colantoni, classificatisi al secondo posto al Concorso ‘Lu Carrature d’Ore’, nel quale si sono aggiudicati anche il Premio per l’Alta Professionalità.

Commenta:
 

Autore dell'articolo: Redazione