Sequestrato deposito di rifiuti pericolosi, Guardia Costiera scopre vernici tossiche vicino al fiume Salinello

CAMPLI – Il personale del Nucleo di polizia ambientale del comando giuliese congiuntamente a personale dell’ARTA Abruzzo, ha eseguito il sequestro di un sito ove è stata accertata la presenza di un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi, all’interno di uno stabilimento industriale operante nell’hinterland del Comune di Campli.

Il sito, in corrispondenza del quale il titolare dell’attività produttiva aveva stoccato un’ingente quantitativo di residui di lavorazione (solventi e vernici altamente tossiche, esposte alle intemperie ed al conseguente rischio di dispersione diretta sul suolo circostante), si trovava peraltro a poche decine di metri dalle sponde del Fiume Salinello.

Contestualmente al sequestro della zona di illecito deposito di rifiuti pericolosi, è scattata la segnalazione della titolare della ditta alla competente autorità giudiziaria di Teramo, oltre all’elevazione di una sanzione fino a seimila euro a carico della stessa per la mancanza del registro carico e scarico rifiuti.

Commenta:
 

Autore dell'articolo: Redazione