Il 2018 della polizia postale di Pescara, ecco il bilancio delle attività

PESCARA – Con riferimento alla realtà abruzzese, nel 2018 il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Pescara continua nell’attività di prevenzione e repressione dei fenomeni criminali su elencati.

In particolare, nel 2018 sono state tratte in arresto complessivamente 19  persone. Di queste, 3 venivano arrestate nell’ambito del contrasto alla pedopornografia online e 15 nell’ambito del contrasto ai reati finanziari, come le truffe online.

Di particolare rilievo è stato poi l’arresto a novembre, operato con le Digos di Teramo e L’Aquila, di un cittadino egiziano autore del reato di associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione e apologia per delitti di terrorismo poiché accusato di essere organico allo stato islamico. Operazione a cui si è già dato ampio spazio. Sono state inoltre denunciate in stato di libertà 245 persone, sequestrati 57 apparati informatici e effettuati 1940 monitoraggi internet.

Nell’ottica di una fattiva collaborazione volta a prevenire e contrastare gli attacchi/danneggiamenti informatici, questo Compartimento ha  sottoscritto il primo  protocollo d’intesa  a tutela di una infrastruttura critica locale.

Nell’ambito poi delle campagne  informative  finalizzate alla cultura della legalità e alla navigazione sicura su Internet, personale del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Pescara ha tenuto numerosi incontri presso le scuole della Regione cui hanno partecipato oltre 4.000 studenti e numerosi genitori e  docenti.

Sono stati organizzati altri specifici eventi con l’obiettivo di fornire informazioni circa il corretto utilizzo dei social network e, più in generale, sui rischi di Internet.

Tra questi spiccano: “Genitori Connessi”, tenutosi nel Comune di Spoltore il 31 gennaio 2018, il “Safer Internet Day”, svolto il 7 febbraio 2018 presso diversi istituti scolastici, e “Una vita da social”, il 26 marzo 2018 a Pescara e il 27 marzo 2018 a Teramo, nell’ambito della campagna nazionale itinerante.

Commenta:
 

Autore dell'articolo: Redazione