Le Luci della Centrale Elettrica domenica 2 dicembre al Teatro Massimo di Pescara

PESCARA – “2008-2018: tra la Via Emilia e la Via Lattea”, un doppio album che racconta il viaggio delle Luci della centrale elettrica seguendo un percorso squisitamente musicale e diviso in due parti: sul primo cd trova posto una raccolta di 15 canzoni scelte tra quelle contenute nei dischi e arricchita da un inedito, intitolato “Mistica”, e dalla rilettura, anch’essa inedita, di “Libera”, canzone scritta da Vasco Brondi e data in prestito agli amici dei Tre Allegri Ragazzi Morti.

Sul secondo cd c’è invece spazio per una rilettura molto particolare ed attuale di quindici canzoni del repertorio delle Luci impreziosite dalla presenza di due cover, una di Francesco De Gregori e una dei CCCP.

Un “live in studio” che nasce dal lavoro fatto negli ultimi sei mesi con la band formata da Rodrigo D’Erasmo (violino), Andrea Faccioli (chitarre), Daniel Plentz e Anselmo Luisi (percussioni), Daniela Savoldi (violoncello), Gabriele Lazzarotti (basso) e Angelo Trabace (pianoforte).

La stessa formazione accompagna Vasco nel primo tour teatrale della sua carriera, un tour in cui si mescolano le canzoni scritte in questi dieci anni a letture e racconti. Il tour farà tappa domenica 2 dicembre, ore 21, al Teatro Massimo di Pescara. Organizzazione Best Eventi: 085.9047726, www.besteventi.it.

Biglietti disponibili sui circuiti TicketOne www.ticketone.it e CiaoTickets www.ciaotickets.com: primo settore numerato 36,80 – secondo settore numerato 29,90 – palchetto numerato 26,45 – galleria numerata 24,15 (diritti di prevendita inclusi). Gli ultimi saranno in vendita la sera del concerto al botteghino del Teatro Massimo dalle ore 18.

Dopo dieci anni e centinaia di concerti, dai piccoli bar dei primi tempi ai grandi “spazi rock” degli ultimi tour, la scelta di spostarsi negli spazi teatrali è sembrata la più logica e coerente, assecondando proprio quell’evoluzione che riguarda anche la poetica delle canzoni e l’attenzione per l’aspetto musicale.

Dieci anni, cinque album, due libri, una graphic novel, una serie di incontri importanti da cui sono scaturite collaborazioni preziose per un’evoluzione artistica che non ha mai tradito quell’idea di libertà e di indipendenza, lontana dalle mode o dalle tendenze, che continua a contraddistinguere la produzione di Vasco Brondi. Il tour è organizzato da IMARTS – International Music & Arts in collaborazione con Gibilterra Management.

Commenta:
 

Autore dell'articolo: Redazione