Lanciano, al Fenaroli il Gran Galà in onore del Maestro Tonino Santeusanio

LANCIANO – Domenica 18 novembre, alle ore 21, il Teatro comunale Fedele Fenaroli ospiterà il Gran Galà in onore del Maestro Tonino Santeusanio, scultore del Monumento Samudaripen, dedicato al genocidio dei Rom e Sinti, recentemente inaugurato a Lanciano.

L’iniziativa ha il Patrocinio del Comune di Lanciano e dell’ANPI. La serata sarà presentata dal presidente dell’Associazione LogosAbile Onlus, avv. Giulia Napolitano (foto), promotrice dell’evento e sostenitrice della realizzazione del Monumento.

L’evento è realizzato grazie al contributo artistico di poeti, scrittori e musicisti: Quartetto Ancestral Music, Duo Rebis; Marirosa Sisto, poesie; Giovanni Di Guglielmo, poesie; Angela Di Teodoro, pitture; Giuliana Bottegoni, cantante; Claudia La Mantia, cantante e chitarrista; Carla Cerbaso, poesie e pitture; Orietta Cipriani, pianoforte; Sebastiano Di Pietro, pitture; Maria Stella Pacella, poesie; Aldo Angelucci, pittore; Lucilla Luciani, pittrice; Marina Simone, poesie; Domenico Turchi, antropologo della risata; Giancarla Di Clemente, pitture e poesie; Fabiola Speranza, pittrice; Marco Sperandii tenore e Nadia Tueshevska, soprano.

L’ingresso è con sottoscrizione volontaria a sostegno della raccolta fondi per il primo Monumento intitolato al Samudaripen realizzato in Italia, secondo in Europa dopo quello di Berlino.

“Il manufatto necessita di lavori di completamento – spiegano l’avv. Napolitano e Maria Saveria Borrelli, presidente ANPI Lanciano – i lavori saranno realizzati a cura della Fondazione Mario Spoltore, del Comune di Lanciano e dell’ANPI”.

Commenta:
 

Autore dell'articolo: Redazione