Masseria Casamarte: aperitivo con Paolo Angeli e Jabel Kanuteh

Masseria Casamarte: aperitivo con Paolo Angeli e Jabel Kanuteh

COLLECORVINO – Domenica 23 settembre tra le colline pescaresi, precisamente a Collecorvino, la Masseria Casamarte ospiterĂ  l’evento pensato di dedicare all’equinozio d’autunno.

Una domenica pomeriggio da passare insieme in un antico casale, tra concerti e racconti di viaggio a latitudini diverse.

Il programma dell’evento presso Masseria Casamarte: aperitivo con Paolo Angeli e Jabel Kanuteh

15:30 appuntamento a Casamarte
16:00 talk “Autori in Collina” a cura di Le Sponde – Cultura Ambulante – presentazione del libro “Dove comincia l’Abruzzo” due terranauti in autobus tra saperi e gusto, con gli autori Paolo Merlini e Maurizio Silvestri.
17:00 Jabel Kanuteh – Heart of Korail viaggio migrante di un griot dal Gambia” – concerto kora e voce –
18:00 Vino e cibo da stuzzicare
18:30 Paolo Angeli in concerto tra il tramonto e la luna piena

Masseria Casamarte: aperitivo con Paolo Angeli e Jabel Kanuteh: Info e prenotazioni

PRENOTAZIONE NECESSARIA – POSTI LIMITATI
📧 paesaggisonori.abruzzo@gmail.com
*prenotazione tramite email e ritiro in loco il giorno dell’evento

QUOTA DI PARTECIPAZIONE – 20 euro –
L’aperitivo è gentilmente offerto.

Masseria Casamarte: aperitivo con Paolo Angeli e Jabel Kanuteh pensato di dedicare all’equinozio d’autunno

Google Maps – https://goo.gl/maps/jVvPzWvAFjy

L’Equinozio d’Autunno cade una sola volta l’anno, il 23 settembre, e coincide con l’ultima luna piena d’estate. Segna appunto la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

Non è una ricorrenza nata dal pensiero umano bensì un particolare e ciclico momento del nostro sistema solare che consente la stessa durata di giorno e notte sulla Terra. Per i greci e per i romani, l’equinozio d’autunno rappresentava un momento speciale, di festa. In Grecia era il tempo dei festeggiamenti della dea Demetra, colei che protegge campi e messi. Per i romani la data era importante anche perchĂ© l’imperatore Augusto nacque proprio in questo giorno nel 63 a.c. e per celebrare questa particolare ricorrenza diede ordine di costruire una immensa meridiana che venne posta nel Campo Marzio. Costantino giunse al punto di “spostare” la data della celebre vittoria a Ponte Milvio per festeggiarla proprio il giorno dell’equinozio.

E così, in questo giorno carico di significato, abbiamo pensato di celebrare la Terra, il Viaggio e l’Abruzzo. La terra e l’Abruzzo come il cibo ed il vino che proporremo, la tradizione contadina locale d’un tempo, e cosi come anche il libro e l’esperienza dei due terranauti in autobus tra saperi e gusto della regione. Il viaggio, come la storia di Jabel Kanuteh che, dopo aver attraversato il deserto e il mediterraneo, arriva in Italia e con la sua Kora ci porta nella sua terra, l’Africa. Infine Paolo Angeli, musicista sardo, che con la sua chitarra-orchestra rivisita la tradizione donandole una veste contemporanea che abbatte gli steccati tra i generi e si identifica in una forma aperta in cui improvvisazione e composizione dialogano e trovano approdo in una “fusion mediterranea”, in cui jazz, musica contemporanea, post-rock e vocalitĂ  sarda si fondono e confondono.

Commenta:
 

Autore dell'articolo: Redazione